Agropoli

LA PERLA DEL CILENTO

Il territorio di Agropoli è stato abitato fin dal Neolitico per lo più da popolazioni dedite alla caccia e alla pesca provenienti da Paestum, i quali a partire dal I secolo a.C. edificano un piccolo borgo marittimo Ercula, in prossimità dell’attuale lungomare San Marco, destinato a servire da approdo anche per la vicina Paestum.
All’inizio del V secolo a causa delle incursioni dei Vandali, I romani abbandonano il piccolo borgo per trasferirsi sul più vicino promontorio che nel 535 prende il nome di Acropolis “città alta”.
Nell’882 viene conquistata dai Saraceni che la utilizzano come roccaforte per depredare le zone limitrofe. Nell’anno 1000 la cittadina cade sotto il controllo dei vescovi fino al 1412,quando per pagare debiti di guerra, viene ceduta prima al Re Ladislao ed infine al conte di Marsico e barone del Cilento Giovanni Sanseverino. Continuerà a passare di casato in casato fino al 1806.
Oggi la città fornisce apprezzati percorsi sia naturalistici che storico-culturali conservando  intatti il centro storico, il castello angioino- aragonese, la torre costiera di S. Marco e quella di s. Francesco.I nuovi percorsi naturalistici invece comprendono l’area di Trentova- Tresino concepiti per coniugare salute e benessere godendo di una varietà di vegetazione unica nel Cilento.

stazione agropoli